Tu sei qui

Home

Il Prof. Fabio Rossi è venuto a mancare

Il 3 gennaio 2021 è mancato all’affetto dei suoi cari il prof. Fabio Rossi.

Fabio Rossi, nato a Torre Annunziata nel 1944, si è laureato in Ingegneria Civile Idraulica a Napoli, dove inizia la sua carriera come Assistente Volontario, fino a diventare Professore Associato. Nominato Ordinario nel 1986 presso l’Università degli Studi di Salerno, vi svolge ricerca attiva come Professore Emerito praticamente fino a qualche mese fa: la sua ultima pubblicazione è del 2020. 

Già a partire dalla fine degli anni ’70, Fabio Rossi è stato un punto di riferimento fondamentale dell'Idrologia italiana, per la sua capacità di unire aspetti teorici e applicativi e di tenere alta la tensione scientifica su problemi concreti. Alla sua scuola si è formata un'intera generazione di docenti ed esperti di idrologia, che operano in numerose Università italiane, in Enti pubblici e Società private.

La sua passione di ricercatore si è unita all'impegno nel trasferimento della conoscenza durante la lunga stagione del Gruppo Nazionale per la Difesa dalle Catastrofi Idrogeologiche, del quale ha diretto, fino al termine, la Linea di ricerca 1. In quell'ambito, il suo nome è stato indissolubilmente associato al progetto VAPI, (VAlutazione delle PIene), che ha rappresentato, per oltre 20 anni, lo standard operativo e legislativo di riferimento per la stima della pericolosità idrologica in Italia. Altrettanto stretto è stato il legame tra il VAPI e la distribuzione TCEV, prodotto originale italiano e suo, utilizzato ancora oggi da studiosi, enti ed agenzie di tutto il mondo. 

Fabio Rossi ha dato il suo contributo anche nella gestione di strutture complesse, favorendo la nascita e lo sviluppo del CUGRI (Consorzio inter-Universitario Grandi Rischi, costituito tra le Università di Salerno e di Napoli Federico II) che ha svolto un ruolo decisivo nell'affrontare, in un clima di angosciosa tensione, la gestione dell'immediato post alluvione a Sarno, nel 1998.

L’attività di ricerca di Fabio Rossi e il suo impegno nell'affrontare alcune delle emergenze idrogeologiche del nostro paese sono un importante contorno di una personalità fuori dal comune. Segnato da grave malattia per molti anni, ha sempre offerto uno straordinario esempio di coraggio e di dignità nella sua incrollabile volontà di superare le molte difficoltà da essa create.

L’Ingegneria Idraulica Italiana deve molto al Docente, allo Studioso e all'Uomo Fabio Rossi, che ha voluto condividere con la sua comunità - finché ha potuto - uno stile di partecipazione scientifica distintivo e inconfondibile. Ci mancherà molto.